,

Acustica in edilizia: obblighi di legge e utilità per il progettista

Acustica in edilizia

Era l’anno 2007 quando ho iniziato a redigere i miei primi progetti acustici a supporto di geometri, architetti, ingegneri impegnati in interventi di nuove costruzioni e ristrutturazioni. La passione e le numerose collaborazioni con diversi studi professionali hanno fatto crescere l’esigenza di creare un team dedicato alla consulenza e alla progettazione acustica indispensabile oggi sia per gli interventi di nuova costruzione o ristrutturazione di edifici residenziali sia per gli interventi di nuova costruzione o ristrutturazione di edifici industriali.

In adempimento alle normative vigenti è obbligatorio, da parte della committenza, presentare al comune di competenza la valutazione previsionale acustica a cura e firma di un professionista iscritto all’Elenco Nazionale dei Tecnici Competenti in Acustica Ambientale.

La valutazione previsionale acustica può essere di impatto acustico o di clima acustico a seconda della natura dell’intervento in adempimento alla L. 447/1995 e smei.

PER QUALI INTERVENTI È NECESSARIO PRESENTARE L’IMPATTO ACUSTICO?

La normativa nazionale in materia acustica impone la redazione di impatto acustico nei casi in cui si debbano realizzare opere di nuova costruzione, modifica o ampliamenti di:

  • Aeroporti, aviosuperfici, eliporti;
  • Autostrade, strade extraurbane principali, strade extraurbane secondarie, strade urbane di scorrimento, strade urbane di quartiere, strade locali, secondo la classificazione di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e smei;
  • Discoteche;
  • Circoli privati e pubblici esercizi ove sono installati macchinari o impianti rumorosi;
  • Impianti sportivi e ricreativi;
  • Ferrovie ed altri sistemi di trasporto collettivo su rotaia.

PER QUALI INTERVENTI È NECESSARIO PRESENTARE IL CLIMA ACUSTICO?

La valutazione previsionale di clima acustico è necessaria presentarla nei casi in cui si debbano realizzare opere di nuova costruzione, modifica o ampliamenti di:

  • Scuole e asili nido;
  • Ospedali e cliniche;
  • Case di cura e di riposo;
  • Parchi pubblici urbani ed extraurbani;
  • Nuovi insediamenti residenziali (cambi d’uso, recuperi di sottotetto, ampliamenti, nuovi edifici) nelle vicinanze di aeroporti, aviosuperfici, eliporti, autostrade, strade extraurbane principali, strade extraurbane secondarie, strade urbane di scorrimento, strade urbane di quartiere, strade locali, discoteche, circoli privati e pubblici esercizi ove sono installati macchinari o impianti rumorosi, Impianti sportivi e ricreativi, ferrovie ed altri sistemi di trasporto collettivo su rotaia.

Eseguiremo per te una analisi preliminare dell’intervento da realizzare mettendoci in condizioni di saperti indicare la miglior soluzione alle tue esigenze ed eventualmente di andare a risolvere le problematiche che potrebbero sorgere in un determinato ambito di PGT/PRG a seguito dei limiti e delle prescrizioni comunali a cui dobbiamo adempiere al fine di ottenere il rilascio delle concessioni edilizie.

Per alcune tipologie di intervento e a seconda del comune in cui si opera, la normativa impone la presentazione dei requisiti acustici passivi degli edifici, di cui al D.P.C.M. 5/12/1997, documento utile e necessario a fornire le precise specifiche degli elementi costruttivi di un edificio a seconda della categoria di appartenenza di cui al DPR 26 Agosto 1993, n. 412, più precisamente:

  • residenziale abitativo;
  • ricettivo e similari;
  • ufficio pubblico o privato;
  • ospedale, clinica, o case di cura e assimilabili;
  • ricreativo, associativo o di culto e assimilabili (cinema, teatro, sala congresso e riunione; museo e biblioteca, luoghi di culto, bar, ristoranti, pub, sale da ballo, discoteche);
  • negozio, magazzino di vendita all’ingrosso o al minuto, supermercato, esposizione;
  • sportivo (piscine, saune, palestre, servizi di supporto alle attività sportive);
  • scolastico e assimilabili;
  • industriale, artigianale e assimilabile.
  • Qualora l’edificio sia costituito da destinazioni d’uso differenti, la valutazione dei requisiti acustici passivi dovrà essere effettuata separatamente per ciascuna tipologia.

Grazie all’esperienza decennale maturata e alle svariate tipologie di progetti effettuati, il nostro Team è in grado di affiancarti per qualsiasi tipo di intervento mettendoti a disposizione i nostri strumenti e la nostra conoscenza con l’obiettivo comune di ottenere il rilascio delle concessioni edilizie nel rispetto della normativa vigente.

Lo Studio Tecnico Rudellin si considera tuo partner a 360 gradi offrendosi per l’erogazione di servizi correlati alla progettazione non solo nella sfera acustica ma anche in ambito di efficienza energetica, APE certificazione energetica, antincendio, sicurezza nei luoghi di lavoro, catasto, inserimenti in mappa, detrazioni fiscali, apertura di una nuova attività produttiva o commerciale.

Lo Studio Tecnico Rudellin opera su tutto il territorio nazionale, nei principali capoluoghi regionali, nelle province di Città Metropolitana di Milano, Monza Brianza, Como, Varese, Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio. A titolo esemplificativo, il nostro team ha partecipato ad importanti progettazioni in svariati comuni, alcuni dei quali Paderno Dugnano, Cormano, Bollate, Muggiò, Cesano Maderno, Desio, Monza, Lissone, Macherio, Villasanta, Biassono, Vimercate, Cusano Milanino, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Varese, Como, Lecco, Rescaldina, Rho, Cerro Maggiore, San Vittore Olona, Milano, Novara, Vercelli.